I paladini dell’antimafia

Come ogni anno in questo periodo osservo con distacco il rituale dei “paladini dell’antimafia”. “Onore a Paolo e Giovanni” gridano, “Strage di Stato” scrivono nei loro striscioni, “Mettiamo tutti la foto di Paolo e Giovanni come profilo facebook” promuovono. Saliranno sui palchi per parlare della mafia. Dispenseranno consigli sull’antimafia. Si faranno intervistare e fotografare vicino i familiari delle vittime. Lanceranno chiari messaggi sostenendo che “Cosa nostra si può sconfiggere e che bisogna lottare”. Durerà tutto 2 o 3 giorni, massimo forse una settimana, e poi?

Come sempre avviene in questi casi, torneranno a svestire il ruolo di paladini, si toglieranno la loro maschera e ricominceranno a sostenere i partiti della coalizione di Silvio Berlusconi e di Marcello Dell’Urti. Voteranno candidati pregiudicati, collusi e corrotti. Intascheranno tangenti. Scriveranno di nascosto lettere d’affetto a Totò Cuffaro. Applaudiranno le omelie di Raffaele Lombardo. Leggere Il Foglio, Il Giornale, La Padania o Panorama. Ad attaccare la magistratura. A gettare fango sul lavoro dei giudici delle procure di Palermo e Caltanissetta. Compreranno libri della Mondadori e del gruppo Fininvest. Stringeranno la mano a uomini d’onore. Fare affari con Cosa Nostra. Pilotare appalti per il bene delle “famiglia” e dei loro interessi. Torneranno a guardare i programmi trasmessi da Mediaset e i film prodotti dalla Medusa. A pagare il pizzo. Ad aprire conti su Mediolanum e Mediobanca. A gioire per il Milan. Torneranno direttamente e indirettamente ad essere finanziatori del sistema di Cosa Nostra, sia in Italia che all’estero, diventando piccoli ma quotidiani azionisti del sistema di riciclaggio di denaro. Nessuno più penserà ad onorare Paolo Borsellino o Giovanni Falcone. Nessuno commemorerà più tutti le altre vittime uccise da Cosa Nostra. Nessuno più s’interesserà dei loro parenti. Nessuno parlerà più di Cosa Nostra o della criminalità. Si tornerà nell’omertà della vita quotidiana. Ognuno penserà ai propri interessi, fino al prossimo anniversario.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...