Anche dagli States gridano “Fate presto!”

Stamane l’apertura online del principale quotidiano economico italiano, Il Sole 24 Ore, è stata eclatante: “Fate Presto”. Un chiaro riferimento alle attese riforme e manovre che vengono chieste dall’Italia e dall’estero al Governo italiano, in modo da poter ridurre quel “gap” che si è creato fra gli investitori internazionali e il mercato italiano.

Ma come hanno percepito Wall Street e i principali giornali economici americani alla crisi che ha colpito l’Italia? Ecco una breve rassegna stampa degli articoli più interessanti.Il Washington Post spiega che “le condizioni finanziarie in Italia hanno colpito mercoledì i livelli di allarme rosso”, provocando l’allerta per “le stesse dinamiche che hanno causato la Grecia, l’Irlanda e il Portogallo” il crollo dei mercati.

“A Roma, i leader politici si sono affrettati nella giornata di mercoledì per accelerare i cambiamenti economici e di bilancio, piani di taglio che sperano faciliterà la costruzione di pressione sui mercati obbligazionari mondiali e convincere gli investitori che il paese pesantemente indebitato può essere tenuto in pista”. Inoltre un gruppo del “Fondo Monetario Internazionale è atteso nella prossima settimana per monitorare e sorvegliare i progressi dell’Italia”.

La situazione economica decisamente complicata e il rocambolesco momento governativo attraversato dall’Italia sono i punti chiave dell’articolo del New York Times che parla di “confusione politica a Roma, dove il governo del primo ministro Silvio Berlusconi sta lentamente dirigendosi verso l’uscita senza un piano chiaro per risolvere le finanze dello Stato, portando nella giornata di mercoledì ad un svendita del debito pubblico”.

Decisamente più diretto è il quadro del The Economist che attacca duramente il Premier: Berlusconi ha governato per otto e mezzo degli ultimi dieci anni, e probabilmente ha fatto di più per plasmarlo a sua immagine di chiunque altro, compreso il dittatore fascista, Benito Mussolini. Negli ultimi 30 mesi è restato attaccato al potere con tenacia improbabile, alzando fuori scandali che avrebbero abbattuto il leader di quasi qualsiasi altro paese”. La colpa quindi ricade sulle scelte del Premier che se fosse andato via immediatamente – ribadisce The Economist – avrebbe potuto sbloccare l’approvazione in Parlamento delle misure” economiche che avrebbero dato “una prova di credibilità in Italia”.

Il The Wall Street Journal osserva l’attuale momento di confusione scrivendo che le forze politiche sono ancora sotto convalescenza intorno alla possibilità di un governo di emergenza guidato da Mario Monti, mentre il paese cerca di muoversi rapidamente per ripristinare la stabilità politica”. L’Italia è ancora considerata una grande forza economica, ma deve “arrestare l’aumento allarmante rapida nella sua oneri finanziari”. “Prima che possa accadere, l’Italia deve approvare un insieme fondamentale di misure di austerità e di crescita che l’Unione europea sta chiedendo al fine di tenere i riflettori della crisi del debito europeo fuori d’Italia.”

Infine la rivista Time mette nuovamente in prima pagina il Premier Berlusconi titolando “L’uomo che sta dietro l’economia più pericolosa al mondo”. Spiegando “come il primo ministro uscente ha messo a repentaglio l’Unione Europea e il motivo per cui non ne è dispiaciuto”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

One thought on “Anche dagli States gridano “Fate presto!”

  1. Se si conoscono bene le competenze di questi autoreferenziati dottori in economia e in politica ci si accorge che sono tutti giornalisti copia e incolla, esperti solo in letteratura e con l’unica preoccupazione di dire pesta e corna dell’Europa e dei loro governanti, mettendo in bella mostra l’unica nazione del mondo, gli USA, che non ha debiti , ah ah ah ah, ma che si governa bene facendo pagare gli interessi agli altri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...