Catania: sequestrato il video del «comizio segreto» di Lombardo

CATANIA – I carabinieri del nucleo operativo hanno sequestrato il filmato realizzato dalla testata giornalistica «SudPress», che il 14 settembre aveva ripreso – con telecamera nascosta – l’incontro tra l’ex governatore Raffaele Lombardo e il personale precario dell’Asp della provincia di Catania.

Al “comizio segreto”, tenutosi al palazzo Esa, sede istituzionale della Presidenza della Regione a Catania, era presente anche l’attuale commissario straordinario dell’Asp 3 Gaetano Sirna, nominato alcuni mesi fa dallo stesso governatore Lombardo. «Come sapete ci sarà una stabilizzazione a scaglioni a una serie di parecchi mesi per la stabilizzazione potrà funzionare», spiegava ai presenti lo stesso governatore. «La battaglia sarà fatta per prolungare i contratti interni, per cui avviare la definizione del problema in maniere definitiva. Sarete tutti inquadrati, in maniera tale che non ci siano ne favoritismi ne niente. A scaglioni, nell’arco di tre anni successivi, durante i quali continueremo a lavorare, e perché no, se si creano risorse nuove, anticipando anche questo termine».

«Voi grazie a Dio», conclude il suo incontro l’ex governatore Lombardo, la sua determina favorirà «un’azione giuridicamente vincolante» che agevolerà «noi, loro e chi verrà dopo di noi». In seguito alla pubblicazione del video, la testata «SudPress» aveva segnalato alla Repubblica della Procura di Catania il filmato, ritenendo l’incontro un episodio significativo per il turbamento della campagna elettorale in corso nell’isola. Le indagini avviate dalla Procura ipotizzano il reato di “violazione delle leggi elettorali in materia di propaganda nelle sedi della pubblica amministrazione”.

(articolo pubblicato sul Corriere del Mezzogiorno, 18 ottobre 2012)

Annunci

PD Sicilia, un partito a pezzi

«Non calendarizzare la votazione della mozione di sfiducia al presidente della Regione è stato un errore politico grave ed inaccettabile che ha disatteso la decisione della Direzione regionale». E’ quanto si legge nell’energico comunicato stampa pubblicato lo scorso 5 luglio, dopo la riunione a Palermo dei segretari provinciali del Partito Democratico. La tirata d’orecchio è nei confronti di Antonello Cracolici, che non era presente in aula durante la mozione di sfiducia del governatore Lombardo. Continua a leggere

L’elisoccorso fantasma

Nel bilancio preventivo del 2007 della Provincia di Palermo vengono stanziati 180 mila euro per la realizzazione di una pista elisoccorso a Mazzarino. Con la riforma sanitaria Russo-Failla e la successiva riconversione dell’ospedale “Santo Stefano” di Mazzarino viene ribadito il progetto della realizzazzione dell’elisuperficie. Tutt’oggi l’opera non è stata realizzata, al suo posto una “pista d’emergenza” e “provvisoria” senza segnaletica e con difficile accesso. I soldi giaciono ancora nelle casse del comune di Mazzarino.

Continua a leggere