Santa Maria di Licodia (Ct), non mandavano i figli a scuola: 232 denunce

Dispersione Scolastica SM LicodiaNon andavano a scuola per accudire i fratelli mentre i genitori erano impegnati a lavoro, altri invece venivano impiegati nelle campagne. Sono 136 i casi di minori coinvolti nell’indagine dei Carabinieri di Paternò (Ct) sul fenomeno della dispersione scolastica a Santa Maria di Licodia, comune di quasi 7000 abitanti alle pendici dell’Etna. I dati, riferiti agli ultimi tre anni sulle scuole elementari, medie e superiori, si affiancano a una percentuale che in Sicilia raggiunge il 24,8% mentre nella provincia di Catania si attesta al 38…

 

… continua a leggere su Il Fatto Quotidiano.it

** L’articolo e il video sono stati pubblicati su Il Fatto Quotidiano.it, giovedì 30 ottobre 2014 **

Salvini a Maletto tra fragole, torte e cocktail

Salvini a Maletto per la sagraIl segretario della Lega Nord Matteo Salvini visita Maletto (Catania), in occasione della rinomata sagra delle fragole, per conoscere il piccolo centro alle pendici dell’Etna che nelle scorse elezioni europee ha regalato il primato di preferenze ai leghisti nell’isola. A fare gli onori di casa Antonio Mazzeo, candidato locale protagonista dell’incredibile exploit di voti, e Angelo Attaguile, vicepresidente alla Camera del gruppo “Grandi Autonomie e Libertà”..

.. continua a leggere su Il Fatto Quotidiano.it

 

** L’articolo è stato pubblicato su Il Fatto Quotidiano.it, lunedì 16 giugno 2014 **

Etna: pioggia di lapilli in autostrada

EtnaL’eruzione pomeridiana dell’Etna investe il tratto autostradale Catania-Messina. Una pioggia di lapilli, grossi come noci, atterrano con violenza sulla carreggiata, rendendo pericolosa la percorrenza di auto e moto nella superstrada all’altezza dello svincolo per Giarre.

Moltissimi gli automobilisti che hanno scelto di fermarsi e accostare lungo la carreggiata, assistere all’eruzione del vulcano, scattare foto e coprire in ogni modo la propria auto.

L’eruzione è stata accompagnata da boati e scosse, oltre ad una forte emissione di cenere e pietre. Dall’Ingv ha fatto sapere che si tratta di un’eruzione lampo.

Parco dell’Etna, i rifiuti mettono a rischio titolo di ‘Patrimonio Unesco’

ParcoEtnaDai copertoni di auto ai pannelli di amianto, passando per elettrodomestici di ogni tipo e immondizia varia. All’ingresso una targa: “Non abbandonare rifiuti”. Non è una discarica, ma la situazione drammatica in cui versa il Parco dell’Etna, istituito nel 1987 dalla Regione Sicilia a tutela dell’ambiente naturalistico che si estende lungo le pendici del vulcano…

guarda il video e continua a leggere su Il Fatto Quotidiano.it

Continua a leggere

Grillo scala l’Etna

Dopo aver attraversato a nuoto lo stretto di Messina, Grillo ‘conquista’ le cime dell’Etna. L’arrivo in camper del leader del Movimento 5 Stelle è stato accolto dagli applausi degli attivisti e dallo stupore dei numerosi turisti stranieri che affollavano il vulcano…

Guarda il video su Il Fatto Quotidiano

Pulvirenti il self-man siciliano

La rivista Capital e Class Editori nel 2006 lo avevano eletto «miglior imprenditore dell’anno in Sicilia» per la sua «capacità di innovazione in termini di idee, modelli di business e tecnologie». Nino Pulvirenti, patron della compagnia aerea low cost Windjet, è l’esempio siciliano del «self made man», come lo aveva definito Pippo Baudo. E dopo il caos estivo del blocco degli aerei, sembra esser riuscito a trovare il lieto fine anche per una società con 140 milioni di debiti, raccattando i fondi della Regione Sicilia che parteciperà al capitale sociale della Newco. Dal 5 dicembre quattro airbus rimessi a nuovo torneranno a volare nei cieli italiani con un nuovo nome: Aero linee siciliane. Continua a leggere

Odissea Rom a Catania

Esistono diverse comunità Rom nella città di Catania. Una di queste viveva ormai da moltissimi anni in una struttura abbandonata del centro della città, situato in Viale Africa tra le ciminiere e il vecchio palazzo delle poste. Con un ordinanza della Procura, nel mese di maggio, è stato imposto al Comune di far sbomberare la struttura spostando la comunità in un’altra area.   Guada anche le foto dello sgombero di Orazio Di Mauro.

Continua a leggere