Popolo inquinato di Sicilia: “Napolitano venga ad Augusta”

Popolo Inquinato 2Il “Popolo inquinato” della Sicilia si è ritrovato ad Augusta (Sr) per unire le forze nell’azione civile e penale da intentare nei confronti delle aziende petrolifere che operano nei poli industriali di Siracusa, Gela e Milazzo. Tra i partecipanti all’iniziativa, che ha posto l’accento anche sulle mancate bonifiche in Sicilia, Giuseppe Marano, consigliere comunale di Milazzo, a cui l’Eni ha chiesto un risarcimento danni di 400mila euro per procurato allarme sociale…

… continua a leggere su Il Fatto Quotidiano.it

** Il video e l’articolo sono stati pubblicati su Il Fatto Quotidiano.it, domenica 19 ottobre 2014 **

L’inchiesta “Ilve di Sicilia” vince il premio Zorini 2014

Premio Zorini 2014L’inchiesta “Petrolchimici come l’Ilva“, realizzata con Rosario Sardella e pubblicata lo scorso anno sulla rivista Il Reportage, trimestrale diretto da Riccardo De Gennaro, ha vinto (secondo classificato) il premio Gian Vincenzo Omodei Zorini 2014.

Il Circolo Culturale “G.V.O. Zorini”, che organizza l’evento, ci consegnerà il riconoscimento in una cerimonia il prossimo sabato 15 novembre a Arona, in provincia di Novara.

La nostra inchiesta desiderava raccontare l’inquinamento ambientale nei Sin della Sicilia, parlare delle mancate bonifiche, dell’aumento delle malattie tumorali e delle difficoltà che incontrano le persone che vivono a ridosso degli impianti petrolchimici.

Per questo motivo, desidero dedicare il premio a tutti coloro che ogni giorno, da Siracusa a Gela passando per Milazzo, si battono per la tutela dell’ambiente e della salute, ma soprattutto ricordare l’ex primario di pediatria di Augusta Giacinto Franco, che per decenni è stato in prima linea nella battaglia contro le raffinerie, denunciando i casi di malformazioni e che alcuni anni fa è stato sconfitto da un male incurabile.

** Per leggere l’elenco dei premiati clicca qui  **

Siracusa, Barbie Santa Lucia indigna i fedeli: ‘Provocazione inutile su una martire’

Barbie S Lucia 2A poco meno di tre mesi dalla celebrazione della festa di Santa Lucia patrona di Siracusa, continua a far discutere in città la “Barbie” realizzata dai due artisti argentini Poor&Marianela, all’anagrafe Pool Paolini e Marianela Perelli, che rappresenta la martire aretusea.“Una provocazione inutile, sciocca, ed offensiva del sentimento di molte persone siracusane ad opera di artisti che non hanno nulla da dire”, spiega ai microfoni de ilfattoquotidiano.it l’avv. Giuseppe Piccione, Presidente della Deputazione della Cappella di Santa Lucia, che organizza la celebrazione della festa…

… continua a vedere il video e leggere l’articolo su Il Fatto Quotidiano.it

** L’articolo è stato pubblicato su Il Fatto Quotidiano.it, lunedì 29 settembre 2014 **

Veleni di Sicilia su Il Garantista

Veleni di Sicilia (Particolare) - Il GarantistaL’inchiesta video “Veleni di Sicilia“, pubblicata a puntate dal sito Fai Notizia.it, format d’approfondimento di Radio Radicale, ha trovato spazio anche tra il quotidiano cartaceo Il Garantista, diretto da Piero Sansonetti.

L’articolo, a firma di Simone Sapienza, ricalca pienamente il racconto dell’inchiesta video:  “Nei poli industriali di Gela, Siracusa, Milazzo l’inquinamento delle coste e gli effetti sulla salute dei cittadini sono passati sotto silenzio in nome di un lavoro sicuro”.

“In Italia non esiste solo l’Ilva di Taranto. Anche in Sicilia si vive il dramma della scelta tra occupazione e salute che oggi s’intreccia con l’incerto futuro industriale di tutti i settori produttivi d’Italia”, è l’incipit dell’articolo.

Veleni di Sicilia - Il Garantista 06:08:2014

Per rivedere l’inchiesta integralmente:

Boldrini a Siracusa: Ue non fa la sua parte per salvare le vite in mare”

Boldrini Mare Nostrum“L’Europa fa la sua parte nell’accoglienza di rifugiati: nel 2013 in Germania sono state presentate 110 mila domande, in Francia 60 mila, in Italia 26 mila, ma non fa la sua parte nel salvare vite umane in mare“. Lo ha detto la presidente della Camera Laura Boldrini arrivando sulla Nave San Giorgio, al largo di Siracusa, per la Giornata mondiale del rifugiato. Secondo la presidente Boldrini “lo sforzo di salvare le vite umane in mare”, come fa l’Italia con l’operazione Mare Nostrum, “non può essere domandato soltanto al nostro Paese”, perché “quella zona è la frontiera dell’Europa” …

..continua a leggere su Il Fatto Quotidiano.it

** Articolo pubblicato su Il Fatto Quotidiano.it, venerdì 20 giugno 2014 **

Veleni di Sicilia 1^ puntata: Siracusa

Veleni di Sicilia - screenNegli anni ’50 lo sbarco in Sicilia dell’industria petrolchimica ha portato nella regione sviluppo ed occupazione. Ma la contaminazione di aria, suolo e acque ha provocato un impatto devastante, sia sull’ambiente che sulla salute dei siciliani.

Il distretto industriale di Siracusa è uno dei poli più grandi d’Europa: un agglomerato industriale che comprende i comuni di Priolo, Melilli ed Augusta e che si estende per quaranta chilometri di costa nella Sicilia Sud­orientale.

guarda l’inchiesta integrale su FAI NOTIZIA.IT Continua a leggere

Veleni di Sicilia: inchiesta su Siracusa e Milazzo su Radio Radicale

RadioRadicale questa settimanale trasmette l’inchiesta, realizzata insieme al collega Rosario Sardella, intitolata “Veleni di Sicilia“, un viaggio per raccontare le realtà industriali e l’impatto ambientale che ne consegue nei territorio di Siracusa e di Milazzo.

La prima puntata è andata in onda lunedì 16 giugno alle ore 6:30 e sarà nuovamente trasmessa mercoledì 18 alle ore 23:30. E’ possibile però ascoltare l’inchiesta visitando il sito RadioRadicale.it.

 

** Puoi scaricare il podcast della trasmissione QUI ** 

(n.b.: il download è disponibile entro 3 settimane dalla pubblicazione dell’audio)

Immigrazione, 141 minori sbarcano ad Augusta

Augusta SbarchiNella mattinata di oggi al porto di Augusta (Siracusa) sono sbarcati 488 migranti, tratti in salvo dalle navi della Marina Militare Grecale e Foscari. “I minori sono 141, quindi il numero è più alto di quello che si attendeva”, spiega ai microfoni de ilfattoquotidiano.it Carlotta Bellini responsabile dell’unità di protezione di Save the Children. La Onlus sottolinea il crescente numero di giovani, spesso bambini, presenti ad ogni sbarco: “Fino ad oggi l’arrivo di minori è di 5.600, di questi 3.800 quelli non accompagnati da nessun familiare”. Per questo motivo, “occorre mettere in piedi un sistema per garantire una corretta gestione dell’emergenza, cosa che in questo momento manca”…

… continua a leggere l’articolo completo su Il Fatto Quotidiano.it

 

** L’articolo e il video sono stati pubblicati su Il Fatto Quotidiano.it, giovedì 22 maggio 2014 **

Schifani su Scopelliti: “Sentenza pesante, gli saremo vicini”. Alfano non risponde

Schifani solidarietà ScopellitiAngelino Alfano ritorna in Sicilia, dopo le tappe elettorale della scorsa settimana a Catania e Palermo, tocca a Siracusa. Il ministro dell’Interno ha evitato ancora una volta d’intrattenersi con i giornalisti. Dopo aver definito durante l’intervento in sala “cattive compagnie” quelle di B. all’interno della nuova Forza Italia, Alfano si è rifiutato di dare un giudizio sulla condanna a 6 anni per abuso d’ufficio e falso in bilancio del coordinatore nazionale dei circoli Ncd ed ex governatore della Calabria Giuseppe Scopelliti. Il titolare del Viminale ha evitato di rispondere al fattoquotidiano.it anche sulla vicenda poi finita in commissione Antimafia sull’incontro avvenuto a Catania lo scorso weekend, con l’editore e imprenditore Mario Ciancio Sanfilippo, indagato per concorso esterno in associazione mafiosa. Porta aperta ad una nuova alleanza futura con FI alle prossime politiche e piena solidarietà a Scopelliti giunge invece dal presidente di Ncd Renato Schifani che ha valutato la condanna come “una sentenza pesante”, evidenziando però la scelta dell’ex sindaco di Reggio Calabria di dimettersi da presidente della Regione: “Gli siamo vicini e gli saremo vicini”.

** Articolo pubblicato su Il Fatto Quotidiano.it, il 29 marzo 2014 **

Schifani Scopelliti

Siracusa, la canzone degli scolari “Raiti” per Matteo Renzi

Canzone Renzi - Apertura Il Fatto“Battiam le mani al presidente”, doveva essere una semplice canzone intonata dagli studenti dell’istituto “Raiti” di Siracusa per accogliere la visita istituzionale del Premier Matteo Renzi. Si è trasformata in pochissimi minuti in un grossa polemica per l’accostamento, proposto dal blog di Beppe Grillo, tra gli scolari aretusei e i balilla del Ventennio.

Una polemica aspra e dura, forse eccessiva. Questo è il video originale della canzone, ogni giudizio finale spetta al lettore.

** il video è stato pubblicato su Il Fatto Quotidiano.it, mercoledì 5 marzo 2014 **