Niscemi, corteo contro No Muos: “Noi venduti da partiti e politici”

No Muos corteo 9:08:14Si sono dati appuntamento alla ‘Sughereta’ di Niscemi (in provincia di Caltanissetta), la riserva naturale che ospita il Muos, il sistema di comunicazione satellitare ad alta frequenza che il governo americano sta realizzando in Italia. Alle 15 di ieri era prevista la quarta manifestazione nazionale che ha avuto inizio circa un’ora dopo, per dare tempo agli attivisti, provenienti da tutta Italia, di raggiungere il presidio permanente dei No Muos…

** continua a leggere l’articolo integrale su Il Fatto Quotidiano.it **

 

** L’articolo è stato pubblicato su Il Fatto Quotidiano.it, il 10 agosto 2014 **

Annunci

La mattanza di Montréal

Nell’immaginario collettivo il Canada è legato alla florida vegetazione, alle catene montuose, ai grandi laghi. Descrivendo il paese non vengono in mente la parola mafia, i giochi di potere, gli attentati, i conflitti a fuoco. Eppure a Montréal, nella regione del Québec, la seconda città per numero di abitanti e per italiani residenti, tutto questo…

(Pubblicato sulla rivista Narcomafie, numero 10, anno 2012)

Disponibile in versione pdf, leggi l’articolo completo:  Continua a leggere

Niscemi, sequestrato il Muos

Il MUOS (Mobile User Objective System) è un sistema satellitare di telecomunicazioni della Marina americana destinato a gestire i missili teleguidati “cruise” e i droni. Al mondo, oltre a quello in fase di realizzazione a Niscemi, sono presenti altre tre stazioni a terra dislocate rispettivamente nel deserto australiano, nel sud-est della Virginia e nelle isola Hawaii.

Continua a leggere sul Fatto Quotidiano

La riforma della giustizia vista dall’estero

Diversi quotidiani esteri hanno seguito con interesse gli sviluppi della riforma della giustizia attuata dal Governo Berlusconi. Vi segnalo alcuni articoli che ritengo i più interessanti. Continua a leggere

Il colonialismo petrolifero

Bombardare per la libertà. Nel corso della storia recente si è riusciti a far mutare il significato della guerra e dell’atteggiamento bellico, in un movimento più o meno pacifico, quello che permetta di esportare la libertà e la democrazia nel mondo. Così si cominciò in Corea, poi Vietnam e a seguire due volte l’Iraq, l’Afganistan e i Balcani. Bombardare per sradicare dittatori totalitaristi, per liberare le popolazioni oppresse e per garantire democrazia. Nel mondo, solo in Africa, ci sono numerosissime guerre civili, dittatori sanguinari e popolazioni schiavizzate, eppure a nessuno sembra importare. Ma se il paese dovesse disporre di giacimenti di petrolio, diamanti o altri combustibili allora la storia cambia. Continua a leggere

Lo strano portafortuna del mafioso Vincent Basciano

Vincent Basciano è un ex padrino della famiglia mafiosa di New York dei Bonanno, già condannato all’ergastolo nel 2008 per omicidio, ha una ricca fedina penale che comprende fra le altre, condanne per traffico di droga, reciclaggio, estorsione e racket. Nato nel ’59 nel Bronx da genitori italiani, Basciano deve il suo soprannome, “Vinny Gorgeous“, al centro estetico di sua proprietà chiamato “Hello Gorgeous”. Continua a leggere